Immagine Admin User
Conferenza Stato Regioni - La formazione in materia di sicurezza sul lavoro, può essere effettuata in modalità e-learning [...]
di Admin User - giovedì, 21 giugno 2012, 09:21
 

Gli Accordi, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 8 dell’ 11 gennaio 2012, vanno a regolamentare contenuti, durata e modalità dei percorsi formativi e dell’aggiornamento sia per i datori di lavoro che svolgono direttamente il compito di responsabile del servizio di prevenzione e protezione (sino a determinati limiti dimensionali) sia per i lavoratori (tra cui appositi corsi introdotti per preposti e dirigenti). Sono previsti diversi livelli formativi, articolati sulla base di tre differenti condizioni di rischio (basso - medio - alto). L’accordo che disciplina la formazione prevede un percorso formativo che si snoda in due momenti, uno di base (formazione generale)  identico per tutti e l’altro più specifico per le differenti attività produttive individuate secondo la classificazione ATECO. Vengono poi previste le modalità per l’utilizzo di metodi di formazione e-learning.
La formazione alla sicurezza svolta in aula ha rappresentato tradizionalmente il modello di formazione in grado di garantire il piu' elevato livello di interattivita'. L'evoluzione delle nuove tecnologie, del cambiamenti dei ritmi di vita (sempre piu' frenetici e, quindi, con poco tempo a disposizione) e della stessa concezione della formazione, ai sensi delle linee guida per il 2010 concordate tra Governo, Regioni e parti sociali, in uno con l'esigenza sempre piu' pressante di soddisfare gli interessi dell'utente, hanno reso possibile l'affermazione di una modalita' peculiare e attuale di formazione a distanza, indicata con il termine e-Learning. Per e-Learning si intende un modello formativo interattivo in cui l’allievo sfrutta tutte le potenzialità rese disponibili da Internet potendo, in qualsiasi momento, accedere ai contenuti dei corsi e al materiale didattico in ogni luogo esista una connessione online.